Un nuovo inizio

Ho compiuto quarant’anni lo scorso giugno. Tutto preso dalla seconda gravidanza di mia moglie, non mi sono reso ben conto di quel fatidico compimento. Ora, con un bel bambino e soprattutto in salute che occupa (anche) i miei pensieri, ho finalmente compreso un fatto incontrovertibile: sono entrato nei anta, sono diventato un uomo di mezza età.

Non è facile scendere a patti con questa verità, ed è quello che mi aspettavo in effetti, tale difficoltà emotiva, intendo. Entro però negli anta anche con un certo sollievo; mi sono sbarazzato della gioventù, se non altro, e inoltre posso ben dire che ci sono cose che non mi va più di fare.

Come, fra le tante, l’aggiornare questo blog cercando di dargli contenuti sensati su argomenti come musica, cinema e letteratura. Argomenti che, in fondo in fondo, non interessano a nessuno e che io stesso apprezzo sempre più come piacere privato. Non ho alcun bisogno di condividere con qualcun altro la mia passione per dischi e/o artisti che alla fin fine interessano soltanto me.

Un’altra cosa che non mi va più di fare, infine, e qui lo dico con immenso sollievo, è spulciare su Google l’immagine più adatta per l’oggetto del mio post, salvarla, ridimensionarla, e quindi pubblicarla tra i miei scritti come se fosse mia, “rischiando” (?!) magari per quelle ormai famose questioni di copyright.

Ci sono tante altre cose che non mi va più di fare. Forse però ne parlerò in un altro post o forse no. Magari in quest’altro blog… Finalmente Anta, un progettino che avevo in mente da un po’ di tempo.

Annunci